lunedì, luglio 09, 2007

POMO D'ORO


Artusi scrisse:
"...una buona salsa di questo frutto sarà nella cucina un aiuto pregevole."
...quindi...
non vedo per quale motivo non farne un uso completo, utilizzandolo per 3 diverse preparazioni e avendo pochissimo scarto.
Seguendo con attenzione la sequenza delle foto, vedrete cosa vi servirà e in che ordine utilizzarlo.
Procuratevi una centrifuga (per estrarre la parte liquida degli alimenti) e centrifugate una decina di pomodori ben maturi e lavati.(foto 1)
Il ricavato liquido sarà quello della foto 2.
Ora rivestite un colino con un canovaccio a maglia fine e filtrate il tutto senza fare pressione, ma usando la sola forza di gravità.
La cosa migliore è lasciarlo a scolare per una nottata in frigorifero con una foglia di basilico. (foto 3 e 4).

A questo punto, avremo 3 parti diverse del popmodoro da utilizzare:
1- l'acqua filtrata
2-Il purè che abbiamo filtrato dall'acqua
3-Gli scarti di pelle e residuo di polpa che la macchina ha messo da parte

Prendete gli scarti e setacciate bene in modo da recuperare il più possibile quel che di buono è rimasto. Mettete questa passata in un pentolino, condite con maggiorana, timo, 1/2 spicchio d'aglio, una scorza di limone senza la parte bianca, sale e zucchero, pepe ed olio EVO (un po' generosi con l'olio).
Passate in forno a 140° per 20 minuti, togliete le erbe, l'aglio, il limone ed emulsionate con il minipimer. Ne ricaverete un'ottima salsa al pomodoro candito.
Ora, aiutandovi con una spatolina, togliete dal canovaccio il purè di pomodoro, e conditelo con sale, pepe, olio EVO, basilico fresco.

PERFETTO

Avrete così 3 elementi diversi ma provenienti dallo stesso prodotto.
Adesso non dovete fare altro che usare la fantasia.
Io ho usato l'acqua per cuocere del cous cous, la salsa per condire delle ciliegie di sella di coniglio o dei ravioli ripieni di panzanella e il purè come complemento.(foto 5-6-7-8-9)
Sentirete il sapore ed il profumo dell'acqua di pomodoro!

7 commenti:

pOpale ha detto...

Mi sono perso dopo "la foglia di basilico", ma i piatti nelle foto sono pure opere d'arte :)

Cuocapercaso ha detto...

Concordo, i piatti nelle foto sono opere d'arte! e spieghi anche molto bene i vari passaggi: si sente la tua passione autentica per quello che fai!
alla prossima, ciao!
Grazia

sarina79 ha detto...

Wow, Berso! Che prova d'artista!!! Proverò senz'altro a utilizzare il pomodoro in questi tre modi!

berso ha detto...

Popale: non esageriamo....
Grazia: infatti mi piacerebbe insegnare
Sarina79: sei sempre la mia migliore adulatrice!

Momo ha detto...

Ciao, forse posso fare a te una domanda che da tanto non trova risposta. Non c'entra nulla col pomodoro però.

Come si fa ad evitare che la panna da cucina rapprenda nel piatto? O meglio, come si fa a fare in modo che un risotto, panna e prosciutto o tagliatelle con la panna ecc, restino sempre cremose? Grazie in anticipo!
Momo

berso ha detto...

ciao Momo, benvenuto.
Ti dico onestamente che non ho mai fatto la pasta con la panna per un'avversione mia nei confronti della panna nei piatti salati.
Comunque credo che sia dovuto al fatto che il calore divida la parte grassa e faccia coaugulare le proteine. Quindi, prova ad allungare leggermente la panna con un goccio di latte; inoltre, prova a condire la pasta dopo che si è leggermente intiepidita.
Non assicuro nulla ma teoricamente dovrebbe funzionare.

Momo ha detto...

Grazie mille. Proverò a fare quel che dici. Avevo sentito parlare del brodo per risolvere questi problemini...
Ciao