martedì, settembre 29, 2009

un po' di tradizione.....RANE FRITTE.

Molti di voi storceranno il naso, ma questo è un piatto di grande tradizione nella mia zona, vista la vicinanza al Grande fiume e al Parma.
D'estate spopolano nelle sagre e nei ristoranti e anch'io non sono da meno.
Prendo le rane e le passo nella farina di riso, poi le immergo nell'albume leggermente sbattuto e in seguito in pan grattato aromatizzato con aglio.
Le lascio immerse nel pane almeno una decina di minuti in modo che si gonfi e compatti la panatura.
Friggo poi in abbondante olio a 170°. Faccio scolare su di una griglia e servo con rosmarino fresco.
La tradizione ha un sapore ineguagliabile.

9 commenti:

Gunther ha detto...

è una vita che non le mangio, si fanno anche vicino il lodigiano, sono buonissime, confermo

Prez ha detto...

noooooo, buonissime. io sono di pavia e per me le rane sono state pane quasi quotidiano per tutta l'infanzia. Purtroppo oggi non si trovano facilmente

berso ha detto...

Gunther cosa aspetti a recuperare?!!! :-D
Prez chiedi in pescheria...magari te le fanno arrivare.

Anonimo ha detto...

Le rane fritte, che buone.

Baol ha detto...

Io non le ho mai mangiate ma le vorrei tanto assaggiare!!!

Ciao amico mio, come stai?

berso ha detto...

Anonimo lo puoi dire!!
Baol vieni che te le preparo!!! io sto benino...c'ho qualche problema qua e là...ma tengo duro, come disse Rocco. E tu?

Anonimo ha detto...

Sono un pò suonata l'anonimo sono io, che mi sono dimenticata di firmarmi. E ripeto le rane fritte sono buone
ciao MARA

Adriano ha detto...

So anch'io che sono buonissima, ma dopo averle viste saltare una volta decapitate, non so se riuscirei a mangiarle...

Baol ha detto...

Io tutto ok, sai che spesso ci penso a venirti a trovare ma sono senza macchina, posso arrivarci in treno? :)