lunedì, marzo 26, 2007

NOCCIOLA

Effettivamente l'immagine è fuorviante.....
...ma vorrei parlarvi di un dolce al bicchiere a base di NOCCIOLA.
E' un dolce molto semplice e veloce nella preparazione.
Avrete bisogno di:
- 200 g di crema pasticcera alla vaniglia

- 100 g di crema di nocciola (va bene anche la Nutella)
- 20 g di Grand Marniere

- 250 g di panna da montare
- 25 g di zucchero semolato

- n° 6 pezzetti di pan di spagna ( o biscotti spugnosi da inzuppare)
- un goccio di liquore alla nocciola
- un goccio di latte
- 6 nocciole tostate intere
Unite la crema pasticcera alla crema di nocciola e mescolate bene con una frusta finché sarà liscio; aggiungete il Grand Marniere e mescolate di nuovo. Montate la panna con lo zucchero (N.B. non dovrà essere soda, ma cremosa; in termini tecnici si usa dire "lucida") Ora unite i due composti mescolando delicatamente.
Preparate 6 bicchieri a bocca larga, con al centro il biscotto inzuppato nel liquore alla nocciola diluito con il latte. A questo punto, con l'aiuto di una tasca da pasticcere o con un cucchiaio se preferite, riempite i bicchieri per 3/4; all'incirca una porzione dovrebbe essere sui 140 g complessivi. Fate tostare in forno le nocciole intere, mettetene una per ogni bicchiere e fate rassodare il tutto in frigo per una mezz'ora. A piacere, guarnite con delle lingue di gatto a forma di cono o sigaretta o lisce.
P.S. dicesi Lingua di gatto quella cialda croccante cotta in forno, che da calda è malleabile e la si può formare a piacere;
le dosi sono:

100 g di albumi
100 g di zucchero a velo

100 g di farina
100 g di burro morbido
Mescolate gli ingredienti in questo ordine, tenendo il burro per ultimo (il mio procedimento prevede questo, altri il contrario) fino ad ottenere una pomata morbida.
Si stende a dischi molto sottili in una teglia leggermente unta e si cuoce a 190° per pochi minuti. Appena tolta forno, molto velocemente, gli si da la forma e si fa raffredare.
Qui potete trovare delle foto esplicative.

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Il tuo dolce mi stuzzica, copi poi proverò, l'unica perplessità, dove trovo il liquore alla noccila? Non ne ho mai visti, ho non ci ho mai fatto caso se esistono. Cia a tutti Mara

berso ha detto...

io ne ho poco, ma è artigianale.
non so, onestamente, se ne esiste in commercio.

viruta ha detto...

ciao cuoco! la puoi recuperare la ricetta del liquore artigianale? io in commercio non l'ho mai visto ma mi piacerebbe provare a farlo. (penso che serva la pasta di nocciole al naturale). buona giornata a te

berso ha detto...

ciao Viruta!
il liquore mi era stato regalato tempo fa....
però ho trovato questaricetta in un forum:
Ricetta RATAFIA ALLE NOCCIOLE
Ingredienti
500g d'acquavite a 40°, 250g di nocciole con il guscio, una stecca di vaniglia, 400g di zucchero a velo.
Preparazione
Tenete da parte 8 nocciole e sgusciate le altre. Mettete le nocciole sgusciate in una larga padella e fatele tostare. A questo punto riducetele in grosse briciole, pestandole nel mortaio. Mettetele poi in un vaso di vetro, copritele con mezzo litro d'acqua bollente e unitevi la vaniglia. Lasciate raffreddare, quindi aggiungete l'acquavite e chiudete ermeticamente il vaso. Fate macerare 15 giorni dopodiché filtrate. Aggiungete lo zucchero a velo e le nocciole con il guscio e chiudete di nuovo il vaso e lasciate macerare per altri 30 giorni, scuotendo di tanto in tanto.
ciao

Anonimo ha detto...

Ciao, ho copiato la ricetta del liquore alla nocciola, prima o poi lo provo a fare. Ciao Mara un bacio a tutti

Psycook ha detto...

ciao berso, grazie per la visita.
se per caso vai a Vinitaly, io sarò a verona sabato... non si sa che ci si possa incontrare ( o magari a slow fish a maggio.. )
comunque prossimaamente grosse novità sul blog di cooksnest: sta per arrivaree una collaboraatrice dalla spagna... sarà una sorpresa.
ed ora torno a provare lo zabaglione al the verde da abbinare alle crespelle.. ciao
psycook

Anonimo ha detto...

p.s. io preferisco mettere gli albumi appena montati per ultimi, non sapendo quanto "prende" la farina, posso gestire l'impasto più o meno morbido.
Ciao

berso ha detto...

ma con gli albumi montati alla fine non si gonfiano?
devo provare, buon consiglio.
Non credo di esserci al Vinitaly quest'anno e a maggio sarò in Francia per dei corsi in una scuola.
Sarà più facile trovarsi a CIBUS 2008 a Parma...forse.

viruta ha detto...

grazie. avevo toppato con la crema di nocciole, servono addirittura con il guscio... bhe, proveremo!
ciao, cuoco.

LaGolosastra ha detto...

buoooooooono...adoro la nocciola e mi vedo costretta a provare a copiare questa leccornia.
Pensavo: se provassi, in attesa di sperimentare il liquore alla nocciola, ad usare del buon nocino casalingo?

berso ha detto...

Golosastra anche se il sapore non sarà proprio lo stesso, credoi che tu possa provare ugualmente.
grazie della visita

Mammazan ha detto...

Caro Berso
é vero, non si smette mai di imparare
e di trovare cose belle ed interessanti tra i blog!!
Il tuo poi è stata una piacevole sorpresa.
Compliments
Ciao
Grazia

berso ha detto...

Mammazan grazie. passa quando vuoi.