lunedì, luglio 16, 2007

...mi posso fidare?



ciao ragazzi, mi posso fidare di voi?
spero di si.
Vi lascio in custodia la mia bici e il mio blog fino al mio ritorno dalle ferie.
MI RACCOMANDO!!!!
Andate a letto presto, niente feste in mia assenza e questo invito è diretto alle DERELITTE, che sicuramente non vedono l'ora e allo STUPIDO, che se si unisce alle Derelitte è finita.
Delego a NAURWAIN il compito di tenere a bada ANGIE E APPLE, perchè potrebbero far degenerare la situazione e a POPALE quello di spolverare.
GRAZIA vi farà degli ottimi manicaretti in mia assenza e JAZZER si occuperà della musica.
Ok.....
il gas l'ho chiuso, la luce l'ho staccata...
è probabile che ogni tanto faccia una scappata a sorpresa per controllarvi....
DIMANTICAVO!
Se dovesse presentarsi alla porta REMY, cacciatelo ch'è infetto dalla Casinite.

CIAO A TUCH!

sabato, luglio 14, 2007

Après la classe


Ieri sera ho portato l'Alice al suo primo concerto.
Gli
Après la classe.
Ha ballato tutta sera fino ad esaurirsi.
Grande figlia d'Artificio.
Non siamo riusciti a seguirlo tutto il concerto perchè è iniziato tardi ma prima c'era un gruppo della bassa parmense che ha fatto da spalla, i Mé, Pèk e Barba, che al ritmo di suoni folk, ha contribuito ad esaurire mia figlia.
Molto bravi.

venerdì, luglio 13, 2007

Dimmi che libro hai e ti dirò chi sei


Avete pensato a quale lettura v'accompagnerà durante le ferie?
Per me tutti gli anni è sempre una scelta tragica.
Inizio delle trilogie e non le finisco, per poi riprenderle a distanza di tempo rendendomi conto di non ricordare l'inizio. Un caos.
Quest'anno di sicuro mi porto appresso:
- Artico, di James Rollins
- Il regno di Conan, di Mauro Raccasi ( secondo di una trilogia che o iniziato 2 anni fa :-| )
- La via del samurai, di Barry Eisler
- Per chi suona la campana, di Hemingway
- e poi un libro di cucina, che devo studiare.
Tanto a correre non ci vado, chè mi sono slogato la caviglia...quindi.

Ma la mia curiosità nei vostri confronti, verte su una cosa.....
dove andate a prendere i libri e secondo quale criterio?
Fai da te tra i perfetti scaffali Feltrinelli?
Consiglio di amici e lieve consulenza del mastro-libraio?
O si va a sensazioni istintive?

Io vado più per un mix tra la seconda e la terza.
Anche se ammetto che fa molto sborone girare tra gli scaffali Feltrinelli con aria intellettuale.
Attingo solitamente da una libreria di un paese accanto al mio dove "zio Berto" (zio per tutti), pesca nel caos più assoluto quello che cerchi o che sa che cercherai.
Non ci si capisce una cippa lì dentro ma tu chiedi e lui trova. FANTASTICO
Io di solito compro 4 libri a botta e mi organizzo così:
- un classico
- uno di mia scelta
- due su consiglio suo
Finora, pochissime delusioni.
E voi?

giovedì, luglio 12, 2007

VACANZE ?!


1. Vacanze al mare, in montagna o altro?
2. Cosa apprezzate di più delle vacanze?
3. Se ci andate, dove andate quest’anno e in che periodo?
4. Quale vacanza sognate?

Alcune amiche m'hanno contagiato con un MEME sulle vacanze.
Di solito non aderisco, ma questo mi piace.
Quindi rispondo volentieri.

1. Adoro le camminate in montagna! Quando le caviglie non mi si distruggevano così facilmente, correvo in montagna.
Ma ultimamente vacanze al mare. La bambina ne ha bisogno e poi essendo a Viareggio, ci sono anche i monti.
Una settimana la passerò ad Orbetello, inoltre.

2. Apprezzo che non ho orari rigidi. Il mio anno è incastrato in segmenti di minuti: durante il servizio del ristorante tutto è calcolato 3 minuti una cosa, 5 minuti per far partire l'altra, 7 miuti di forno ma non 8 altrimenti scuoce, i clienti che hanno sempre fretta E POI RESTANO A TAVOLA FINO ALLE 16 !!!ma va a caghèr.
Quindi tutto dilazionato. Ed inoltre la possibilità di leggere quel che mi pare e di godermi mia figlia.

3. In parte ho già risposto; nel mese di luglio, Toscana.

4. La mia vacanza ideale? sarebbe l'Irlanda in camper e bicicletta.
l'ho già fatta con l'interail ma mi piacerebbe rifarla senza vincoli ferroviari. Ho un'attrazione incredibile per la cultura celtica.
Ne approfitto per consigliarvi uno scrittore parmigiano che tratta racconti celtici, Mauro Raccasi.
Comunque mi piacciono le vacanza aerobiche, dove ci si muove, al contrario, purtroppo, della mia dolce metà.
Ma vedremo di trovarci a metà strada.

Sfogatevi ed aderite anche voi che passate da casa d'Artificio.

j medgòn


questo post sconfina nell'esoterismo.
Parla di sacro e profano, di una cosa che non mi sono mai spiegato, ma che ha sempre funzionato.
Ieri correndo, ho avuto un incidente ad una caviglia (già malconcia) e me la sono slogata.
Benone!
C'è una festa di paese da organizzare in ristorante, devo fare un sacco di mestieri prima di partire per le ferie e infine DEVO ANDARE IN FERIE!!!!
Non mi scoraggio e contatto il "medgòn" (medicone) del mio paese, una gentilissima signora che segna le slogature.
Già un'altra volta feci segnare una slogatura ed il dolore e il gonfiore trascorsi i 3 giorni se ne andò.
Forse è effetto placebo, forse il cervello, stimolato, aiuta di più o forse funziona veramente, come per il fuoco di S.Antonio.
Un tempo i malanni venivano curati con queste tecniche alternative.
Speriamo che funzioni ancora.

mercoledì, luglio 11, 2007

K.O.




Ieri sera mi sono dopato con un paio di bicchieri di rosso è ho inferto al mio avversario un colpo micidiale...
....quello del K.O !

Ma il tutto necessita due righe esplicative:
Ho un amico che riveste un ruolo importante nella comunità cittadina, tale
MARIO MARINI.
Conosciuto durante la trasferta a Tokyo, abbiamo riscoperto la passione reciproca dei giochi di parole e ne è nata una sfida senza precedenti e senza regole, in costante evoluzione.
Con questa che sto per mostrarvi, credo di aver inferto il montante del definitivo K.O.


MARIO MARINI, mito moderno.

Mario Marini,
misterioso, moro, moustaches,
maritato, munifico mestiere, mai misantropo.
Mente manipolatrice, meditativa,
mostra maliziosa maestria municipale.
Municipio...monitors...mass-media...
microfoni... (*1)

mentre Marini manifesta modestia,
malelingue mietono maldicenze

mirandolo meschinamente; ma Mario, MINCHIA,
mica molla! MAI!

Molto miope, mira merli ma manca malamente. (*2)
Mesto, mira mucche, maiali...ma... maledizione! manca!
Malcontento mostra mediocrità.
Memoria maniacale, mediterraneo mèntore, manca muscoli.
Molti mormorano meriterebbe mandato migliore,
manipolante molteplici maestranze. Magari manicomio!!!
Mamma mia!
Marini megapresidente mentre manipola malati mentali ! mozzafiato !!!!
MAHAHAHAHAHAH
Mò mollo.

MICIDIALE MARINI
MISTER MUNICIPIO
MITO MODERNO

mittente Matteo

(con gentile concessione dell'interessato)

LEGENDA:
*1- Marini è assessore nel comune di Parma; rieletto lo scorso mese, durante le interviste davanti al comune, veniva importunato da strani sms...i miei!
*2- Appassionato di caccia, micidiale cecchino...o quasi :-/

lunedì, luglio 09, 2007

un anno fa.....

POMO D'ORO


Artusi scrisse:
"...una buona salsa di questo frutto sarà nella cucina un aiuto pregevole."
...quindi...
non vedo per quale motivo non farne un uso completo, utilizzandolo per 3 diverse preparazioni e avendo pochissimo scarto.
Seguendo con attenzione la sequenza delle foto, vedrete cosa vi servirà e in che ordine utilizzarlo.
Procuratevi una centrifuga (per estrarre la parte liquida degli alimenti) e centrifugate una decina di pomodori ben maturi e lavati.(foto 1)
Il ricavato liquido sarà quello della foto 2.
Ora rivestite un colino con un canovaccio a maglia fine e filtrate il tutto senza fare pressione, ma usando la sola forza di gravità.
La cosa migliore è lasciarlo a scolare per una nottata in frigorifero con una foglia di basilico. (foto 3 e 4).

A questo punto, avremo 3 parti diverse del popmodoro da utilizzare:
1- l'acqua filtrata
2-Il purè che abbiamo filtrato dall'acqua
3-Gli scarti di pelle e residuo di polpa che la macchina ha messo da parte

Prendete gli scarti e setacciate bene in modo da recuperare il più possibile quel che di buono è rimasto. Mettete questa passata in un pentolino, condite con maggiorana, timo, 1/2 spicchio d'aglio, una scorza di limone senza la parte bianca, sale e zucchero, pepe ed olio EVO (un po' generosi con l'olio).
Passate in forno a 140° per 20 minuti, togliete le erbe, l'aglio, il limone ed emulsionate con il minipimer. Ne ricaverete un'ottima salsa al pomodoro candito.
Ora, aiutandovi con una spatolina, togliete dal canovaccio il purè di pomodoro, e conditelo con sale, pepe, olio EVO, basilico fresco.

PERFETTO

Avrete così 3 elementi diversi ma provenienti dallo stesso prodotto.
Adesso non dovete fare altro che usare la fantasia.
Io ho usato l'acqua per cuocere del cous cous, la salsa per condire delle ciliegie di sella di coniglio o dei ravioli ripieni di panzanella e il purè come complemento.(foto 5-6-7-8-9)
Sentirete il sapore ed il profumo dell'acqua di pomodoro!

domenica, luglio 08, 2007

giovedì, luglio 05, 2007

Ma si può?!



Possibile che l'aria delle ferie renda stupido anche un professionista integerrimo come Takuya!!!!!!!!
Capisco Max che ha meno neuroni di Corona, ma Taku noooo, daiiiii!

lunedì, luglio 02, 2007

cosa ne pensate?


Questa è una parte di un piatto che metterò in menù la settimana prossima.
Che ne pensate?
Cosa vi sembra?

cliccate
qui per l'anteprima del piatto

domenica, luglio 01, 2007

Quiete


Ruffiana,
la cerchi
non si fa trovare
poi...
la vedi
è sempre stata lì
dietro l'angolo
che t'aspettava...

finalmente.