lunedì, ottobre 02, 2006

SI RIPRENDE DA........


Effettivamente sono rimasto molto, molto, molto indietro con le cose.
Uno degli ultimi post , tra l’altro molto apprezzato è stato quello sugli animaletti di verdura.
E’ un divertimento farli, m’ha insegnato il mio chef che li ha visti durante la crociera questa estate ed ha pensato di “riutilizzarli”. Hanno infatti abbellito anche il buffet della finale di miss Italia, dove assieme a molti altri ristoratori di Parma, s’è contribuito alla festa.
Sono molto semplici da fare, l’unica cosa è il dispendio di materia prima!
Ho inoltre postato la foto di un risotto al peperone, che ha suscitato pareri positivi; quindi ora vi posto la ricetta:
Per questo piatto ho preso spunto da una salsa piemontese, infatti è tipico della regione avere preparazioni che fondono il mare e la terra in perfetta armonia.

RISOTTO:
Ingredienti per 500 g di riso (vialone nano o carnaroli)
un filo d’olio d’oliva
1 alice sotto sale, dissalata e spinata
2 scalogni
1 peperone giallo pulito
2 fette di pancetta o lardo
½ tomino ( formaggio del boscaiolo, quelli piccoli da fondere sulla piastra)
Sale e pepe
1 litro circa di brodo vegetale
q.b. parmigiano grattugiato
60 g di burro circa ( se volete, l’olio)
Procedimento:
Fate soffriggere leggermente uno scalogno nel burro; unite la pancetta tritata e le alici;
ora, il peperone tagliato a cubi e fate stufare bagnando con poco brodo.
Dopo una decina di minuti, salare pepare, unire il formaggio a cubetti e mixare creando una crema.
Tritate l’altro scalogno e fatelo imbiondire, buttate il riso e tostatelo; unite la crema di peperoni e bagnate con il restante brodo, poco alla volta, fino a cottura ultimata. Mantecate a fuoco spento con poco parmigiano (è meglio che si senta bene il sapore dei peperoni).

PATE’ DI CONIGLIO:
1 spalla di coniglio ( o una coscia)
un filo d’olio d’oliva
1 cipolla media
1 alloro
1 finocchio selvatico
Un aglio in camicia (alias---con la pelle e leggermente schiacciato, che poi verrà tolto)
Il fegato di coniglio (se avete l’animale intero e nostrano)
Mezzo bicchiere di Marsala
Un goccio di brodo di carne
Un cucchiaio di parmigiano grattugiato
Un cucchiaio di panna da cucina
Sale e pepe
Procedimento:
fate soffriggere la cipolla finché non diventerà quasi marroncina e sfumate con il marsala. Se ve la sentite, fiammeggiatelo. Unite gli aromi, l’aglio e poco brodo.
A parte saltate in padella rovente i pezzi di polpa di coniglio, precedentemente disossato, e il fegato, salando e pepando. Uniteli al primo composto, coprite e fate cuocere soft per un’ora circa.
Ora filtrate il tutto e conservate il liquido. Passate al mixer unendo la panna , il parmigiano e se necessario, poco liquido di cottura. Otterrete un patè cremoso che raffreddando si solidificherà.

PANE ALLA MENTA:
passate nel mixer del pane raffermo con un filo d’olio, della mentuccia e qualche foglia di prezzemolo, sale e pepe. Otterrete una polvere fine dal profumo di menta che rinfrescherà la bocca dalla sensazione grassa del patè.

Componete il piatto come nella foto o secondo la vostra fantasia.

ATTENZIONE PIB!!!! Ecco la ricetta richiesta. Scusa il ritardo.

6 commenti:

Albamarina ha detto...

E ben tornato, eh! :]

berso ha detto...

ben ritrovata a te Alba! un piacere risentire la "vecchia guardia" del mio blog.
grazie

ape ha detto...

mooooooooolto indietro....

Jazzer ha detto...

Con tutti gli antivirus & c. che ti ho fatto installare sei più coperto di una cura di antibiotici! Ora non hai più scuse per non postare e per non farci smettere di leccarci i baffi con le tue delizie! :-D

berso ha detto...

:D

Francesca ha detto...

anche se la foto non c'è mi poace molto questo pane mixato con la menta