martedì, agosto 29, 2006

NON HO PAROLE....

...COPIO E INCOLLO DA UN BLOG...


la guerra in Iraq è in stallo? I soldati si sentono a terra? il Pentagono scrittura le Purrfect Angelz, un gruppo di ragazzotte prosperose famose per intrattenere il testosterone americano tutto in miriadi feste nei college, nei ranch e nei bar del texas e le ha spedite in iraq. Appena sul palco, hanno esordito dicendo: "Ehy ragazzi non siamo un buon motivo per firmare di nuovo volontari e tornare in Iraq anche il prossimo anno?"....davvero delle bombe intelligenti....
per i più ostinati ecco il sito delle Gattonze di guerra

lunedì, agosto 28, 2006



LA MIA AMAZZONE....

contento Remy?
qualche foto sono riuscito a salvarla.....

giovedì, agosto 24, 2006

creste di pasta al pesto


Lemme lemme......
senza farsi prendere dal nervoso.....
eccomi con la ricetta delle CRESTE.
per la PASTA:
500 g di farina 00
125 g di uova (circa 2 )
80 g d'acqua
un mazzetto di prezzemolo sfogliato
un filo d'olio al basilico
un pizzico di sale
Passate al mixer l'acua ed il prezzemolo, in modo da estrarne la clorofilla; filtrate il tutto ed utilizzate il liquido per impastare.
Mettete la pasta a riposare in frigo.

per il RIPIENO:
400 gr di ricotta vaccina
100 gr di ricotta di capra
2 cucchiai di pesto al basilico
una grattugiata di scorza di limone (pochissima)
25 gr di parmigiano grattugiato
una macinata di pepe
sale q.b.

per la SALSA:
5 pomodori S.Marzano, pelati a vivo e privati dei semi
2 foglie di basilico
1 rametto di timo
1 foglia di salvia
1 carota piccola
1/2 gambo di sedano
1 scalogno
1 aglio in camicia (con la pelle)
sale e pepe
zucchero un pizzico
olio d'oliva q.b.
Tagliate i pomodori a cubetti e lasciateli a macerare una notte con le erbe, il sale, lo zucchero, il pepe e l'aglio in camicia leggermente schiacciato.
Il giorno seguente, fate soffriggere leggermente lo scalogno, poi le carote, poi il sedano ed infine aggiungete il pomodoro; bagnate se necessario con poca acqua e fate cuocere per 30 minuti, dolcemente.
Filtrate il tutto, eliminando le verdure e le erbe.
Emulsionate con il minipimer, aggiungendo un filo d'olio extrav.

per la MOZZARELLA:
Conservate il liquido in cui si mantiene la mozzarella.
Tagliate la mozzarella a cubetti e mettetela in una ciotola d'acciao; aspettate che faccia un po' di liquido, quindi fatela intiepidire leggermente (volendo anche fredda).
Aggiungete al liquido conservato in precedenza, una punta di cucchiaio di lecitina di soia; fatelo intiepidire e mixatelo, creando la schiuma.

Preparate le creste, ritagliando dei ravioli semi-sferici, ai quali premerete la parte del ripieno sul tavolo in modo da creare un piano d'appoggio e permettendo alla pasta ritagliata di restare in alto. -- chiaro, vero ?--
Cuocete in acqua salata e servite con dei pinoli tostati ed olio al basilico.

buon appetito

...SEGUE

Lemme lemme......
senza farsi prendere dal nervoso.....
eccomi con la ricetta delle CRESTE.
per la PASTA:
500 g di farina 00
125 g di uova (circa 2 )
80 g d'acqua
un mazzetto di prezzemolo sfogliato
un filo d'olio al basilico
un pizzico di sale
Passate al mixer l'acua ed il prezzemolo, in modo da estrarne la clorofilla; filtrate il tutto ed utilizzate il liquido per impastare.
Mettete la pasta a riposare in frigo.

per il RIPIENO:
400 gr di ricotta vaccina
100 gr di ricotta di capra
2 cucchiai di pesto al basilico
una grattugiata di scorza di limone (pochissima)
25 gr di parmigiano grattugiato
una macinata di pepe
sale q.b.

per la SALSA:
5 pomodori S.Marzano, pelati a vivo e privati dei semi
2 foglie di basilico
1 rametto di timo
1 foglia di salvia
1 carota piccola
1/2 gambo di sedano
1 scalogno
1 aglio in camicia (con la pelle)
sale e pepe
zucchero un pizzico
olio d'oliva q.b.
Tagliate i pomodori a cubetti e lasciateli a macerare una notte con le erbe, il sale, lo zucchero, il pepe e l'aglio in camicia leggermente schiacciato.
Il giorno seguente, fate soffriggere leggermente lo scalogno, poi le carote, poi il sedano ed infine aggiungete il pomodoro; bagnate se necessario con poca acqua e fate cuocere per 30 minuti, dolcemente.
Filtrate il tutto, eliminando le verdure e le erbe.
Emulsionate con il minipimer, aggiungendo un filo d'olio extrav.

per la MOZZARELLA:
Conservate il liquido in cui si mantiene la mozzarella.
Tagliate la mozzarella a cubetti e mettetela in una ciotola d'acciao; aspettate che faccia un po' di liquido, quindi fatela intiepidire leggermente (volendo anche fredda).
Aggiungete al liquido conservato in precedenza, una punta di cucchiaio di lecitina di soia; fatelo intiepidire e mixatelo, creando la schiuma.

Preparate le creste, ritagliando dei ravioli semi-sferici, ai quali premerete la parte del ripieno sul tavolo in modo da creare un piano d'appoggio e permettendo alla pasta ritagliata di restare in alto. -- chiaro, vero ?--
Cuocete in acqua salata e servite con dei pinoli tostati ed olio al basilico.

buon appetito

martedì, agosto 22, 2006

DEDICATO A PATT E REMY, CHE MI HANNO AIUTATO CON I LORO POTENTI MEZZI AL FINE DI POTRVI POSTARE L'ULTIMO PIATTO D'ARTIFICIO!!!!!!!!!!!

Dopo sta sudata però vado a letto e vi do' la ricetta domani ;- D
..non vogliatemene....
"Creste di pasta al pesto con salsa di podoro S.Marzano e mozzarella in schiuma"

notte (grazie amici)
la qualità della foto è bassa perchè l'ho fatta con il cellulare

HASTA SIEMPRE.....forse



Alla soglia degli ottant'anni ha ancora le forze di prendersi beffa degli USA.....
...cioè, dopo mezzo secolo di attentati, invasioni, embarghi, anatemi, minacce, missili e migliardi di dollari buttati in mare, solo l'Onnipotente avrebbe le capacità di fare quello che CIA e PENTAGONO non sono mai riusciti a fare !
Mettere in ginocchio "el lider maximo, el caballo", FIDEL CASTRO.
La stupenda e amara Cuba è in una fase transitoria che vede Raul Castro con le redini tra le mani.
L'America freme, gli esuli cubani festeggiano. Ma hanno dei pensieri seri....
non è più Castro la spada di Damocle, ma il dopo Castro. Potranno rientrare gli ex-cubani? quanti sbarcheranno in Florida? o tutto rimarrà uguale?
Le voci secondo cui il sottosuolo cubano sia fornito di petrolio, iniziano a girare in largo e gli avvoltoi spiccano il volo.
Chi ha visto Cuba è rimasto sorpreso e avvilito nello stesso tempo.
A me i cubani sono sembrati felicemente rassegnati. La revolucion non appartiene ad un passato tanto lontano.
Credo che per l'isola vengano tempi che possono essere tanto pericolosi quanto pieni di speranze.
Il poeta messicano Octavio Paz leggeva nella tragedia del Centramerica e del Caribe....
"Sempre troppo lontano da Dio, sempre troppo vicino all' America"

domenica, agosto 20, 2006

IM PRINCIPIO ERA NULLA....

GIOVEDI': farina di segale... succo di mela... acqua....
SABATO: ...ancora un po' di farina....un po' d'acqua... e a nanna....
DOMENICA: ....ancora farina..... ancora acqua... e di nuovo a riposo....

Come?
cosè?!
il "big ben" del lievito madre.

Ho chiesto a Remy se ne voleva un po', quando pronto, ma mi ha detto che non sa usarlo bene.
Qualcuno puo' istruirmi il ragazzone?!

grazie

sabato, agosto 19, 2006

PERDONATEMI !
Non riesco ad essere presente come un tempo; non ho foto da potervi postare, ma ricette si.
Capisco il disappunto ma l'unico computer che riesco ad utilizzare è quello al lavoro.
Il mio, per chi ancora non lo sapesse, ha pensato bene di anticipare la pensione e senza preavviso.
Mi dice il tecnico che prima di un mese e mezzo non lo rivedrò; non posso che fidarmi, visto che è in garanzia e non ci capisco una cicca.

Ma una cosa ve la posso raccontare....
prima delle ferie, il ristorante ha organizzato la cena conclusiva dell'annata con il resoconto finale (NON IL SOLITO DISCORSO IMPETTITO), e, a sorpresa, la consegna di alcuni presenti per i dipendenti più anziani e meritevoli (aggiungo io ;-D ).
Il mio capo ha fantasticamente parafrasato i 10 comandamenti, in chiave ironica e affibiandoli a ciascun dipendente. A me, in quanto "anziano", è toccato il PRIMO COMANDAMENTO...

NON AVRAI ALTRO CUOCO ALL'INFUORI DI ME !



Ma poi si sono rifatti facendomi dono di uno splendido orologio sul quale hanno inciso il loro GRAZIE per gli anni trascorsi insieme.




Un momento esililarant-commovente, che non mi sarei aspettato.

Portate pazienza che appena riesco riprendo con tutto....ricetta d'artificio-foto-piatti nuovi-...
e poi c'ho delle idee nuove.....

av salut

lunedì, agosto 14, 2006



Non sono solito fare pubblicità sul mio blog, ma ho un debito di riconoscenza verso la famiglia Bocci per la splendida settimana trascorsa nel loro agriturismo.
Marco e Paola sono due persone splendide, affabili, gentili e bonarie che hanno impiegato meno di 10 secondi per renderci parte della famiglia.
Alice s'è divertita un mondo grazie anche ai loro figli e io mi sono spesso intrattenuto con i loro nonni.
Beh, merita una visita, perchè il posto è molto bello e ci sono certe passeggiate nella macchia da fare che sono uno spettacolo.
Io e Simona stiamo valutando di ritornare a cavallo dell'ultimo dell'anno.

L'Artificio quindi consiglia a voi tutti di visitare l' AGRITURISMO BOCCI.

Mi scuso per l'assenza ma ho rimediato un pc che va a carbone, in attesa di riavere il mio.

P.S. messaggio personale

Se Roberto di Torino (mio vicino di casa al Bocci) passa di qui, sappia che del computer non s'è salvato nulla, nemmeno il disco rigido. Io sono andato in fiducia con il tecnico. Grazie per il tentato intervento, un abbraccio a Patrizia e Emanuele



domenica, agosto 13, 2006



E' UN GIORNO SPECIALE !
TI CHIEDI PER CHI ?
PER UN NON NORMALE
LA ZANZARA REMY !!

BASTA COL PANE
BUTTA I CROSTONI
TRA ACCIAIO E RAME

C'HAI ROTTO I C....ONI

RESTA CALMINO
CHETA GLI UMORI
SEI COME UN BUON VINO
COL TEMPO MIGLIORI

QUINDI FESTEGGIA
BUTTATI IN MISCHIA
E SE IL TEMPO E' UNA SCHEGGIA
CHISSENEINFISCHIA !!!!!!!!!!!

ALZO IL BICCHIERE
E BRINDO FELICIO
NON MI RESTA CHE DIRE,
AUGURI DALL'ARTIFICIO!

(non trovavo la rima.... hahahah)

AUGURIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

martedì, agosto 08, 2006



E' TORNATO L'ARTIFICIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ma ho il computer in panne e sarò ancora latitante...........

LE FERIE M'HANNO RICARICATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!