giovedì, novembre 16, 2006

ORZOTTO



Cercando dI far mangiare qualcosa in più a mia moglie, che non ama assolutamente il riso, ho ripensato ad un piatto che feci qualche anno fa.
Sostituii il riso con dell'orzo, facendo così il famoso ORZOTTO.
ORZO ALLA RAPA ROSSA, FONDUTA DI FONTINA E POMODORO CONFIT.
Si prendono 60-70 g d'orzo a persona e lo si mette in ammollo in acqua fredda o in brodo vegetale freddo per 3 ore.
Nel frattempo si passa al mixer 1 rapa rossa cotta e se ne ricava una purea; bisogna inoltre preparare del brodo vegetale per la cottura dell'orzo.
DOSI PER 2 PERSONE:
130 g d'orzo
1 rapa rossa
1 scalogno
1 aglio in camicia
un goccio di vino bianco
1 rametto di timo
sale e pepe
olio d'oliva
Partiamo soffriggendo leggermente lo scalogno con l'aglio in camicia, uniamo l'orzo scolato e sfumiamo con il vino bianco. Aggiungiamo il timo ed iniziamo la cottura
come per un normale risotto.
Togliete l'aglio ed unite la rapa rossa. Mantecate con poco parmigiano.
Fonduta di fontina:
Lasciate a macerare in 250 ml di latte una foglia di alloro ed un aglio in camicia per una notte in frigo.
Il giorno seguente, filtrate il latte e fatene una besciamella alla quale aggiungerete 100 g di fontina a cubetti, faendo quindi una fonduta abbastanza morbida.
Pomodoro in confit:
pelate a vivo 2 pomodori, immergendoli in acqua bollente per pochi secondi (potete usare il brodo vegetale) e poi taliateli in quattro e privateli dei semi.
Disponeteli in una teglia con carta forno, salateli leggermente e copriteli con uno strato sottile di zucchero a velo.
Mettete qualche rametto di timo e poche scorze di limone.
Mettete quindi in forno a 80° per 1 ora e mezza circa. Aggiustate di sapore e conservate sott'olio.
-----------
Avete tutto il necessario per finire il piatto.

4 commenti:

berso ha detto...

prova tecnica....

gli scribacchini ha detto...

Belle le foto :-P
Remy

rosso fragola ha detto...

sembra buono l'orzotto :-))
ma non era la prova tecnica, vero?

berso ha detto...

no.
ho provato a mettere un commento.
Blogger fa i capricci ultimamente.